Sedazione cosciente con protossido d’azoto

Categoria:

L’analgesia sedativa si attua miscelando Ossigeno e Protossido d’Azoto in progressive percentuali personali sino a raggiungere la completa sedazione cosciente del paziente.
Il protossido di azoto è un gas esilarante non tossico conosciuto, sperimentato ed utilizzato dal 1776 per il quale non si conosce allergia, che non viene metabolizzato dall’organismo ma semplicemente eliminato con la respirazione.


La somministrazione dei due gas avviene  per inalazione (con l’ausilio di una comoda mascherina nasale, monouso, profumata e priva di lattice). Nell’arco di circa 15 minuti si riduce progressivamente la percentuale di ossigeno a favore di quella di protossido. La sostituzione del protossido all’ossigeno viene monitorata dall’operatore che, sulla base delle risposte sensoriali e fisiche del bambino, individua  il “picco” di maggior sedazione. 
Il protossido di azoto svolge la sua azione sedativa in quanto:
- innalza la soglia del dolore (rendendo possibile l’esecuzione di procedure operative semplici senza anestesia)
-desensibilizza le mucose orali rendendo le iniezioni assolutamente indolori
 e potenzia l’effetto dell’anestetico
-minimizza la sensazione del trascorrere del tempo
-riduce ansia, paura, stress. 
-disinibisce, euforizza e lascia una piacevole sensazione di benessere.